Informazioni sugli Ingredienti

Burro

Il burro bavarese è un burro di origine tedesca , prodotto solo ed esclusivamente dalla prima panna del latte che permette di mantenere ed esaltare tutte le sue caratteristiche organolettiche. Un burro dal gusto tenero e dal profumo intenso , che ne esaltano le proprietà nutritive. Tutto questo è dovuto grazie alla particolare lavorazione adottata, infatti stiamo parlando della centrifugazione, tecnica tipica del Nord Europa. La centrifugazione , non solo esalta la peculiarità della materia prima conferendo al burro un sapore più gradevole, ma diminuisce l’acidità dell’ alimento rendendolo così ottimo al palato ma anche a livello digestivo. Il metodo di lavorazione per centrifuga , vuole che la panna riposi per almeno sedici ore, così da ottenere un burro incredibilmente cremoso , garantendone le proprietà nutrizionali del latte e un ottimo profilo lipidico.


Uova

Per delle uova eccezionali , le parole chiave sono benessere animale , ambiente ed alimentazione. Il che vuol dire galline allevate all'aperto e in libertà in uno spazio adeguato, anche più dei quattro metri quadrati a becco previsti nel disciplinare biologico in aree scoperte , e in un contesto ambiente naturale - meglio se in boschi e prati ricchi di diverse essenze vegetali - dove gli avicoli possono correre, razzolare e cibarsi di ciò che trovano.


Arancio tarocco

Questo arancio è considerato il miglior agrume in circolazione Made in Italy : proviene dalla Sicilia e come caratteristica ha la particolarità di avere il 40 % in succo ed è anche molto apprezzato per l’elevato rapporto tra gradi di brix e acidità che ne amplifica il sapore dolce.


Bacche di vaniglia bourbon

Oggi quasi l’80 % della vaniglia mondiale proviene dal Madagascar, dove viene prodotta e raccolta in molti villaggi attraverso un complesso e costoso procedimento che consiste nell impollinare centinaia di fiori a mano attenti a selezionare solo alcuni dei fiori su ogni stelo. Dopo l’impollinazione i fiori si trasformano in baccelli di colore verde chiaro che maturano sulla pianta e vengono raccolti uno ad uno dopo 6/8 mesi. I baccelli vengono poi essiccati e lavorati per ben 10 mesi prima di ottenere il tipico bastoncino nero, morbido e profumato. La vaniglia bourbon, la più pregiata , ha un tasso di vanillina compreso tra 1,6 % e 2,4 % , il più alto in natura .


Zucchero semolato

La parola “semolato” si riferisce alla semola, ovvero il procedimento attraverso il quale dal blocco di zucchero grezzo o raffinato si ricavano dei grani che rendono l’utilizzo di questo prodotto molto più agevole .


Farina panettone Z

Ideale per la produzione di panettone e grandi lievitati; la varietà Z , è più gentile a livello proteico ma forte , è creata ad hoc per ottenere prodotti ben sviluppati e che durano di più nel tempo .


Cioccolato fondente

Il processo di preparazione del cioccolato ha inizio con  la miscelazione . partendo dall'ingrediente base della pasta di cacao , ottenuta dalla lavorazione dei semi del cacao, vengono aggiunti gli altri ingredienti necessari per rendere il cioccolato fondente al 60 % , come la polvere di cacao ed il burro di cacao. L impasto successivamente viene passato dalle raffinatrici , che sono delle macchine laminatrici. L ultimo step consiste nel concaggio che è caratterizzato dal mescolare per tempi molto lunghi la miscela di ingredienti in apposite impastatrici dette conche aggiungendo eventualmente altro burro di cacao.


Albicocche del Vesuvio

A caratterizzare e distinguere queste albicocche dalle altre , sono le dimensioni , l’intensità del profumo , la levigatezza della buccia ed il sapore dolce. La presenza dell'albicocco alle pendici del Vesuvio è documentata già nel primo secolo d.C. e le Chrisomele ( prodotto in questione ) , con la polpa non aderente al nocciolo , molto colorate e soavi sono le più pregiate.


Carbone vegetale

Il carbone vegetale , detto anche carbone attivo , è una sostanza naturale ottenuta dalla combustione del legname , ad alte temperature e in assenza di fuoco (calcinazione) in atmosfera povera di ossigeno (carbonificazione).


Cioccolato bianco

l cioccolato in questione , è un derivato della lavorazione del cioccolato , costituito da burro di cacao, zuccheri e derivati solidi del latte. Il punto di fusione del burro di cacao, è sufficiente a mantenere il cioccolato bianco allo stato solido a temperatura ambiente. Il nostro cioccolato bianco ha la presenza in percentuale di un 20 % di burro di cacao , 14 % di sostanza secca del latte e 3,5 % di grassi del latte